Come allineare il subconscio ai tuoi obiettivi

In questo modulo vedremo come puoi usare le affermazioni per allineare i tuoi comportamenti ai tuoi obiettivi.

Prima di fare un passo avanti è utile fare un piccolo passo indietro (nel senso di ripasso).

1. La formula del destino

La seconda implicazione della formula è che se:

  • non ti piacciono i risultati che stai ottenendo
  • unendo i puntini dei risultati che stai ottenendo intravedi una destinazione che non ti piace
  • la destinazione dove sei diretto è di malessere, stagnazione, crisi, disagio, “povertà” (economica, relazionale, interiore)
  • desideri invertire la rotta verso la crescita, benessere e prosperità (economica, relazionale e interiore)

hai una sola alternativa.

Lavorare sul tuo comportamento.

E per lavorare sul tuo comportamento, a scanso di equivoci, intendo “cambiare” il tuo comportamento.

Se siamo d’accordo fino a questo punto e vogliamo ottenere risultati diversi che ci portino maggiore crescita benessere e prosperità si tratta di capire cosa determina il nostro comportamento.

2. Cosa determina il nostro comportamento

Come abbiamo visto ci sono diverse variabili che incidono sui nostri comportamenti.

I bisogni sono la spinta che orienta gli intenti ed i risultati che desideriamo raggiungere.

Le competenze, abitudini livello di energia preferenze di personalità e schemi mentali posso essere allineate o meno al risultato che vogliamo realizzare.

Il metodo che vedrai in questo modulo può essere utilizzato a rinforzo e sostegno della realizzazione dei tuoi obiettivi dandoti una mano ad allineare:

  • abitudini
  • competenze
  • schemi mentali

a ciò che vuoi realizzare.

Ai fini di questo corso possiamo mettere insieme abitudini e competenze visto che danno luogo a comportamenti automatici (più o meno allineati con il risultato desiderato).

Il metodo che stai per vedere ti può aiutare a cambiare abitudini.

Di fatto se hai utilizzato l’induzione ipnotica dello strumento Cambiare abitudini hai già visto il metodo in azione.

In questo modulo comprenderai il dietro le quinte.

Di fatto il punto che sto portando avanti è che nel cominciare una nuova abitudine abbandonare una abitudine esistente o sviluppare una competenza puoi usare le affermazioni.

E alla fine del modulo vedremo meglio come.

3. Gli schemi mentali

Gli schemi mentali sono un insieme di informazioni depositate nel subconscio che governano buona parte delle nostre decisioni e comportamenti.

Spesso abbiamo l’illusione di scegliere in maniera consapevole ma ignoriamo il programma mentale sottostante che, di fatto, è il vero responsabile della decisione e comportamento in atto.

Abbiamo anche visto come nascono questi programmi mentali e – tra i tanti nomi – abbiamo deciso di usare il termine “schema” mentale.

Schemi perché sono un po' come delle mappe.

Se la mappa non è aderente alla realtà se è legata al passato e non più aggiornata non ci porta alla destinazione che noi vogliamo:

crescita, benessere e prosperità.

Nei moduli precedenti abbiamo visto come mettere a fuoco gli schemi mentali e come “ristrutturarli”.

Cioè come trasformarli in schemi:

  • allineati alla realtà
  • facilitanti la nostra crescita benessere e prosperità

Per alcuni schemi mentali il lavoro di trasformazione non è sufficiente.

Nel senso che sono talmente radicati nel nostro inconscio da rendere più difficoltoso il processo di abbandono e sostituzione.

4. Cosa faremo in questo modulo

In questo modulo vediamo un metodo che puoi utilizzare autonomamente per riprogrammare gli schemi più ostici.

E’ un metodo che si basa sull’utilizzo di affermazioni.

Molti confondono questo metodo con il “pensare positivo”.

Per questo nel primo argomento vedremo cosa sono perché sono importanti e come funzionano le affermazioni.

Poi faremo una distinzione tra i diversi tipi di convinzioni e credenze (schemi) che è indispensabile per non cadere nella banalizzazione del metodo che a volte ho visto in giro.

Infatti, come spesso accade, se di un metodo se ne prende una parte senza seguire le diverse fasi del processo che il metodo prevede non si ottengono risultati.

Questo è un concetto semplice ma spesso trascurato.

Vale per tutto, dal fare la pizza a condurre un progetto a trasformare i tuoi schemi.

Se si saltano fasi di un processo il risultato finale non arriva o ne risente.

Chiudiamo con:

  • linee guida da seguire se vuoi avere i risultati desiderati
  • alcuni esempi pratici.

Buon lavoro.

Commenti

0 commenti